UP – Urban People

UP-Urban People | RISULTATI DI SELEZIONE
Siamo molto felici di annunciare i nomi degli artisti che parteciperanno al programma di residenza a Milano, dal 23 novembre al 3 dicembre, nell’ambito del progetto UP-Urban People.
Abbiamo ricevuto 96 domande.
Il Comune di Milano e BJCEM hanno selezionato i seguenti 8 artisti:
 
Selezione di fotografia
Ciro Battiloro
Valentina Casalini
Maria Contreras Coll
Agnese Morganti
 
Selezione Videomaker
Sabrina Iannucci
Orestis Mavroudis
Beatrice Surano
Carlo Tartivita
 
Anche se non selezionati, la giuria ha ritenuto di assegnare una menzione speciale per la qualità dei lavori ai seguenti artisti:
Alberto Morici
Camillo Pasquarelli
Valeria Scrilatti
Monica Taverna
Alessandro Tricarico
 
Il Comune di Milano e BJCEM desiderano ringraziare tutti gli artisti che hanno partecipato, non vediamo l’ora di incontrare i selezionati a Milano!
 
“UP – Urban People” è un progetto del Comune di Milano – Area Giovani, Università e Istruzione Superiore, in collaborazione con la Direzione, lo sviluppo e il coordinamento strategico del Settore Periferia e realizzato dall’Associazione Internazionale BJCEM-Biennale des Jeunes Créateurs de l’Europa e il Mediterraneo e l’associazione Fluxlab.

Termine per la presentazione della richiesta di partecipazione
11 Novembre 2018, a mezzanotte (ora italiana)

Il progetto

“UP – Urban People” è un progetto del Comune di Milano – Area Giovani, Università e Alta Formazione in collaborazione con la Direzione di progetto, sviluppo e coordinamento strategico piano periferie e realizzato dall’Associazione Internazionale BJCEM-Biennale des Jeunes Créateurs de l’Europe et de la Méditerranée e l’Associazione Fluxlab.

Il progetto concentra l’attenzione sui temi dell’inclusione, insicurezza (reale e percepita), multi-etnicità e marginalità in quattro quartieri periferici della città di Milano (Giambellino-Lorenteggio, Adriano-Padova-Rizzoli, Corvetto-Chiaravalle-Porto di Mare, QT8-Gallaratese), proponendo sguardi nuovi e innovativi nei confronti di temi spesso ideologizzati dai media e dalla politica. 

Il progetto si propone di:

  • favorire una lettura critica e condivisa delle potenzialità e criticità, dei cambiamenti dei territori in corso mediante i linguaggi creativi delle arti visive e multimediali;
  • accendere i riflettori su aree ritenute marginali e problematiche della città, ma ricche di suggestioni e potenziale bellezza;
  • promuovere e valorizzare l’opera di giovani artisti locali e internazionali, che otterranno un’importante vetrina per il loro lavoro;
  • grazie al supporto dell’amministrazione, il progetto intende contribuire alla costruzione di policy sempre più consapevoli dei dati della contemporaneità urbana e percezione diffusa e qualificata a partire dal vissuto e dalla creatività dei giovani che, anche per la loro esperienza biografica, possono accostarsi al tema delle periferie e dell’integrazione con rinnovate prospettive utili al superamento delle criticità;
  • favorire nuovi percorsi conoscitivi per visitare e vivere Milano in maniera insolita e per contribuire a cambiare attraverso lo sguardo innovativo degli artisti, il punto di vista dell’osservatore sia esso un cittadino o un turista, in connessione anche con le strategie di promozione turistica e marketing urbano, in corso di definizione.

Il bando

Art. 1 // Finalità e metodologia

Il bando è finalizzato all’individuazione di 4 videomaker e 4 fotografi under 35 (4 italiani e 4 internazionali), che saranno invitati nella città di Milano per una residenza, dal 23 novembre al 3 dicembre 2018.

La residenza si comporrà di una prima fase fatta di momenti di incontro, confronto e dialogo, destinati a stimolare la creatività degli artisti e trovare spunti di riflessione che torneranno utili nella fase creativa.

I giovani artisti saranno coordinati da esperti videomaker e fotografi professionisti, membri dell’associazione Fluxlab, un laboratorio di arti integrate e sperimentazione, attivo dal 2008. I giovani selezionati dovranno esplorare la realtà quotidiana del vivere nei quartieri focus del progetto, ricercando e analizzando le criticità, le esperienze, le storie e le percezioni degli abitanti dei luoghi, spesso caratterizzate da una complessa convivenza con i nuovi abitanti, cercando di far emergere attraverso il loro sguardo nuove chiavi di lettura. Grazie al loro lavoro si cercherà di far emergere aspetti nascosti e poco conosciuti dei quartieri, attraverso nuovi punti di vista che tengano in considerazione anche il potenziale legato ai luoghi che cambiano, che accolgono e integrano.

Al termine della residenza, ogni giovane partecipante, sotto la guida del suo tutor di riferimento per disciplina (videomaker o fotografo), realizzerà una produzione originale, che verrà presentata sia nel quartiere in cui si è svolta la residenza coinvolgendo tutte le realtà con cui sono stati attivati i percorsi di lavoro e gli abitanti della zona e, sia nel corso di un evento pubblico presso la Fabbrica del Vapore il 18 dicembre 2018 in cui sarà raccontato l’intero percorso. La produzione fornirà un punto di vista alternativo alle consuete rappresentazioni delle periferie come luoghi di latenti o manifeste tensioni sociali e gli artisti, traendo ispirazione dagli incontri e dalle visite realizzate nel corso della residenza, potranno esprimere, attraverso la loro creatività, una contro narrazione efficace, in grado di smontare i luoghi comuni e gli stereotipi più diffusi. Nello specifico, verranno presentati i progetti e le serie fotografiche realizzati durante la residenza.

Art. 2 // Destinatari

Il bando è rivolto a singoli videomaker e fotografi che vivono o lavorano nei paesi nei quali sono presenti soci o partner del Network BJCEM: Austria, Albania, Bosnia ed Erzegovina, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Italia, Libano, Malta, Montenegro, Norvegia, Palestina, Portogallo, San Marino, Serbia, Slovenia, Spagna, Tunisia, Turchia e UK.

Il bando è aperto a videomaker e fotografi di età compresa tra i 18 e i 35 anni [compiuti nel corso del 2018].

Ogni candidato/a partecipa individualmente e non sono ammessi collettivi di artisti.

La partecipazione è gratuita.

Art. 3 // Calendario

11 Novembre a mezzanotte (ora italiana): termine per la presentazione della richiesta di partecipazione.

12 Novembre: comunicazione dei 4 videomaker e 4 fotografi selezionati. Nel caso uno dei selezionati rinunciasse o non fosse reperibile entro 5 giorni dalla comunicazione della selezione, i promotori si riservano di selezionare in sostituzione un altro artista tra i partecipanti ammessi al concorso.

23 NOVEMBRE – 3 DICEMBRE 2018: SVOLGIMENTO DELLA RESIDENZA

18 DICEMBRE 2018: EVENTO FINALE

Art. 4 // I requisiti per partecipare

Per candidarsi, è necessario inviare all’indirizzo application@bjcem.org entro l’11 Novembre a mezzanotte (ora italiana)

  • il modulo di partecipazione compilato in tutti i suoi campi, scaricabile qui;
  • lettera motivazionale di massimo 3000 caratteri spazi inclusi;
  • curriculum vitae;
  • portfolio in formato pdf inviato tramite Wetransfer o tramite link su Dropbox

La partecipazione al bando è a titolo gratuito.

Art. 5 // La selezione

La selezione dei 4 videomaker e 4 fotografi sarà effettuata a insindacabile giudizio dai soggetti promotori. I nomi dei selezionati verranno pubblicati sul sito www.bjcem.org. I selezionati riceveranno una notifica via email con i dettagli per partecipare alla residenza.

Art. 6 // Modifica e revoca della call

È in facoltà dell’Amministrazione procedere, con atto del dirigente competente dell’Area giovani, università e alta formazione, alla modifica e/o revoca del bando.

L’atto di modifica e/o revoca deve essere comunicato a tutti i concorrenti che hanno presentato domanda di partecipazione.

Art. 7 // Condizioni di partecipazione

  • Ogni artista selezionato/a si impegna ad utilizzare la metodologia indicata all’art.1.
  • Ogni artista selezionato/a si impegna a rendersi disponibile alla partecipazione alla residenza, dal 23 Novembre al 3 Dicembre e all’evento finale, il 18 Dicembre 2018.
  • Ogni artista si impegna a portare con se la propria attrezzatura.

Attrezzatura obbligatoria: Macchine fotografiche, videocamere, microfoni, schede di memoria, laptop, hard disk. Se si prevede l’impiego di cavalletti, luci flash e luci continue è consigliato l’utilizzo della propria attrezzatura. I partecipanti videomaker devono garantire competenze audio, montaggio e riprese video e devono essere autonomi in fase di produzione.

  • Ogni artista opera sotto la propria responsabilità e deve adottare le misure e le cautele necessarie per prevenire situazioni di rischio e di pericolo dannose per la sicurezza e l’incolumità propria e altrui. È responsabile anche per danni a beni causati da negligenza ed imperizia.

Art. 8 // Vitto, alloggio, fee e produzione

I promotori copriranno i costi degli artisti selezionati relativi a:

– spese di viaggio (Biglietto a/r dalla città indicata nell’application come residenza o domicilio);

– spese di trasporto locale; vitto;

– alloggio, in stanze condivise, a Milano per il periodo della residenza e per l’evento finale.

Ai partecipanti selezionati sarà inoltre riconosciuta una fee pari a 900€ per ciascun fotografo e pari a 1.200€ per ciascun videomaker (cifre da intendersi lorde)

Art. 9 // Proprietà e diritti

Ogni partecipante cede i diritti di proprietà delle opere realizzate e l’autorizzazione alla loro riproduzione ai promotori. La proprietà intellettuale delle opere resta agli autori delle stesse.

Art. 10 // Privacy e autorizzazione all’uso delle informazioni

Con la compilazione del modulo di partecipazione, ogni partecipante autorizza la stampa, la pubblicazione e l’esposizione, a titolo gratuito, delle immagini delle opere da parte dei promotori.

Art. 11 // Contatti

International Association BJCEM-Biennale des jeunes créateurs de l’Europe et de la Méditerranée

Cortile del Maglio, Via Andreis 18, int 18/c

10152 Torino, Italy

Per informazioni:

communication@bjcem.org

www.bjcem.org

bit.ly/Bjcem_Facebook

Associazione FluxLab

Nato nel 2008 come collettivo composto da 13 ragazzi con competenze ed interessi in vari ambiti artistici, formalizzatosi in Associazione no profit affiliata al circuito ARCI nel gennaio 2010, FluxLab si sviluppa come laboratorio di arti integrate e sperimentazione, luogo di incontro, scambio, discussione, per promuovere l’arte e la cultura in tutte le loro forme e declinazioni, la socialità e lo scambio di conoscenze. Spazio aperto all’esterno e al territorio, si occupa principalmente di fotografia, grafica, video, new media e musica, organizzando corsi, mostre, progetti interdisciplinari a livello locale ed europeo, eventi di vario genere anche in collaborazione con altre realtà del territorio, mantenendo sempre un occhio attento alla comunicazione sociale e all’interculturalità.

Principali attività realizzate:

Progetti

  • A pill of cinema, Scambio Giovanile Internazionale, programma Erasmus+, finanziato dalla Comunità Europea, 2016
  • Be P.Art! Training / Partnership Building Activity, programma Youth in Action, finanziato dalla Comunità Europea, 2013
  • Photography for Environment, Scambio Giovanile Internazionale, programma Youth in Action, finanziato dalla Comunità Europea, 2012
  • Generazione 2.0 (in collaborazione con Cooperativa Atypica) progetto vincitore del bando Torino Plurale, finanziato da Città di Torino e Compagnia di San Paolo, 2011/2012

Produzioni foto-video

  • Collaborazione con produzione documentario Shores, 2015
  • Produzione esecutiva documentario Salute, donne!, prodotto da coop. Atypica 2014
  • Coproduzione documentari Fières d’etre Putes e Così è se vi pare, 2011-2012
  • Documentazione foto-video del workshop Quale informazione (collab. con ARCITorino), 2010
  • Documentazione foto-video del festival musicale Ride Again 2009, Biella
  • Realizzazione video San Salvario Sound Station, per Agenzia di Sviluppo Locale di San Salvario, 2008

Per l’utilizzo degli spazi si ringrazia:

BJCEM is supported by:

Logo comune di Torino