(On the) edges of experiences
Mediterranea meetings

One year of exchange and creativity from Mediterranea 17
towards Mediterranea 18

Milano, 13-16 Dicembre 2016, Sala delle Colonne, Fabbrica del Vapore
Via Procaccini, 4, 20154 Milano

Il Network internazionale BJCEM-Biennale des Jeunes Créateurs de l’Europe et de la Méditerranée, è impegnato da oltre vent’anni nella promozione e valorizzazione del dialogo interculturale e della ricerca artistica contemporanea nei diversi linguaggi espressivi. Il network offre sostegno alla creatività giovanile, alla mobilità e all’incontro tra i giovani artisti delle diverse sponde del Mediterraneo.

Da Milano a Tirana: l’appuntamento alla Fabbrica del Vapore di Milano dal 13 al 16 dicembre sarà l’occasione per presentare al pubblico la diciottesima edizione della Biennale dei giovani artisti, Mediterranea 18 Young Artists Biennale, che si terrà in Albania, a Tirana e Durazzo, dal 4 al 9 maggio 2017. Alla presentazione di venerdì 16 dicembre alle ore 18, sarà presente Driant Zeneli, Direttore Artistico dell’edizione. I curatori per area della Biennale animeranno una sessione di Portfolio Review dalle ore 15 per giovani artisti interessati.

Ma non solo: nel corso del 2016 BJCEM ha attivato numerose residenze, visite di studio, progetti di collaborazione e ricerca artistica, alcuni dei quali hanno preso avvio proprio a Milano nel corso di “Mediterranea 17 Young Artists Biennale”, che, nell’ottobre 2015 ha animato la Fabbrica del Vapore con la partecipazione di 300 artisti provenienti da tutta l’area del Mediterraneo, con mostre, performance, reading e workshop.

Per valorizzare il grande lavoro fatto, il Network BJCEM, con il contributo del Comune di Milano e il supporto di Creative Europe, programma dell’Unione Europea, organizza una quattro giorni di presentazione dei risultati dei percorsi realizzati. Un momento di scambio e confronto, che porterà a Milano oltre trenta artisti e curatori da oltre 15 paesi. L’occasione sarà utile per fare un bilancio di quanto avvenuto e per rilanciare possibili sviluppi per l’anno successivo.

Saranno gli stessi artisti a presentare con seminari, dibattiti e lectures i progetti che li hanno visti protagonisti nel corso di interventi che esploreranno esperienze in campo video (Come un mare fuor d’acqua #1 e #2 progetto realizzato fra Milano e Bruxelles), fotografico (Mediterranea Youth Photo un percorso di residenze per tre fotografi fra Portogallo, Francia e Italia), di ricerca e studio per giovani curatori fra San Marino, Montenegro, Kosovo e Malta (A Natural Oasis?). Saranno esplorati anche i risultati di La Ville Ouverte / Mediterranean Landscapes, un programma di residenze internazionali fra Italia e Slovenia per cinque artisti che hanno lavorato sul rapporto tra immaginario collettivo e sul vissuto dello spazio pubblico nell’area del Mediterraneo; Sulcis Hub, una residenza in Sardegna, nel borgo di Tratalias, in cui otto artisti provenienti da Portogallo, Spagna, USA, UK, Italia, Turchia e Marocco hanno potuto realizzare produzioni locali in collaborazione con artigiani locali; Motel Trogir “The East is West of the West”, una residenza per cinque artisti da Croazia, Ukraina, Serbia, Austria e Grecia che hanno lavorato sulla tutela e rivalutazione del patrimonio architettonico della Jugoslavia socialista.

Tutti gli appuntamenti saranno aperti non solo agli artisti coinvolti nei progetti BJCEM, ma anche al pubblico locale, ai giovani studenti e creativi milanesi, con il coinvolgimento tutte quelle realtà associative e culturali che lavorano e promuovono i giovani artisti sul territorio milanese.

BJCEM – Biennale des Jeunes Créateurs de l’Europe et de la Méditerranée
Via Andreis 18 int.18/c 1 Torino
communication@bjcem.org
+39 01119504733

Ufficio stampa
ADFARMANDCHICAS
laschicas@adfarm.it
+39 0113189580

PROGRAMMA (ITA)

Tutte le sessioni di lavoro saranno in lingua inglese

Martedi 13 Dicembre

Dalle 18 alle 21

  • Serata di benvenuto per gli artisti con buffet.
  • Proiezione dei video realizzati nell’ambito del progetto Come un mare fuor d’acqua 1# e 2#, realizzato da Anna Raimondo e curato da Marco Trulli. La prima tappa è stata realizzata a Milano nel quadro di Mediterranea 17 Young Artists Biennale, mentre la seconda si è svolta a Bruxelles nel mese di settembre 2016.

Mercoledì 14 Dicembre

Dalle 10 alle 13

  • Lavoro a porte chiuse coordinato dai curatori dei progetti.

Dalle 14 alle 17

  • Sessione di lavoro curata dagli artisti (Federica Landi, Emeric Lhuisset, Ana Catarina Pinho) partecipanti al progetto Mediterranea Youth Photo, curato da Daniele De Luigi e con la partecipazione di Carine Dolek, co-fondatrice del Festival Circulation(s). Un percorso di residenze per tre fotografi provenienti da Portogallo, Francia e Italia, che hanno lavorato sul tema del Mediterraneo e su come la fotografia possa aiutare a offrire nuovi spunti e punti di vista.

Giovedì 15 Dicembre

Dalle 10 alle 13

  • Sessione di lavoro con i giovani curatori partecipanti al progetto A Natural Oasis? A transnational Research Project, curato da Alessandro Castiglioni e Simone Frangi. Un percorso transnazionale in cui i giovani curatori partecipanti (Chiara Cartuccia, Lenka Dorojevic, Giulia Gregnanin, Sergey Kantsedal, Eremire Krasniqi, Rachel Pafe, Maya Tounta, Valerie Visanich) sono stati coinvolti in summer schools e visite di studio, approfondendo una nuova ricerca curatoriale nel campo delle arti visive e performative, partendo dalle peculiarità geopolitiche e dalle scene artistiche di San Marino, Montenegro, Kosovo e Malta.

Dalle 14 alle 17

  • Sessione di lavoro curata dagli artisti (Ryts Monet, Giulio Saverio Rossi, Neža Knez, Chloé Despax, Ieva Saudargaite Douaihi) partecipanti al progetto La Ville Ouverte/Mediterranean Landscapes curato da Giuditta Nelli e Marco Trulli. Un programma di residenze internazionali tra l’Italia e la Slovenia per cinque artisti provenienti da Italia, Belgio, Slovenia e Libano, che hanno lavorato sul rapporto tra immaginario collettivo e paesaggio e sul vissuto dello spazio pubblico nell’area del Mediterraneo.

Venerdì 16 Dicembre

Dalle 10 alle 13

  • Sessione di lavoro curata dagli artisti (Anthony J. Meadows, Gökçen Dilek Acay, Irene Dionisio, Marta Leite, Ramia Beladel, Sam Laughlin, Teresa Carvalheira, Urge) partecipanti al progetto Sulcis Hub, curato da Olga Bachschmidt. Una residenza in Sardegna, presso l’affascinante antico borgo di Tratalias, in cui otto artisti selezionati tra i partecipanti di Mediterranea 17 Young Artists Biennale e provenienti da Portogallo, Spagna, USA/UK, UK, Italia, Turchia e Marocco, hanno avuto la possibilità di realizzare produzioni originali, affiancati dagli artigiani locali.A seguire
  • Sessione di lavoro curata dagli artisti (Katerina Duda, Pavel Khailo, Marko Salapura, Katharina Swoboda, Nikolas Ventourakis) partecipanti al progetto Motel Trogir ‘The East is west of the West’ curato da Nataša Bodrožić con la collaborazione del team LOOSE ASSOCIATIONS/MOTEL TROGIR (Saša Šimpraga, Lidija Butković Mićin, Ivana Meštrov). Una residenza/study visit per cinque artisti provenienti da Croazia, Ukraina, Serbia, Austria e Grecia, che hanno lavorato sulla tutela e rivalutazione del patrimonio architettonico del periodo della Jugoslavia socialista, visitando siti presenti sulla costa Adriatica, nelle località di Trogir, Spalato, Krvavica e Brela.

Dalle 15

Presentazione di Mediterranea 18 Young Artists Biennale, Tirana e Durazzo, 4-9 Maggio 2017. Interviene il Direttore Artistico Driant Zeneli.
Presentazione del bando “We support BJCEM“, rivolto a imprese e fondazioni che vogliano sostenere la creatività giovanile nello spazio Euro-Mediterraneo.

Sessione di Portfolio Review, con la partecipazione dei curatori di Mediterranea 18 Young Artists Biennale, Tirana e Durazzo: Maja Ćirić, Curatrice Visual Art; Jonida Turani, Curatrice Applied Arts; Alban Nimani e Rubin Beqo, Curatori Musica; Ema Andrea, Curatrice Performance; Maria Rosa Sossai, Curatrice Literary Creation aperta ai partecipanti e a tutti i giovani artisti interessati.

A seguire rinfresco finale.

PROGRAM (ENG)

All the working sessions will be in english

Tuesday December 13th

From 6 to 9 pm

– Welcome evening for artists with buffet.
– Screening of videos produced by the project Come un mare fuor d’acqua 1# e 2#, realised by Anna Raimondo and curated by Marco Trulli. The first part of the project was made in Milan in the framework of Mediterranean 17 Young Artists Biennale, while the second was held in Brussels in September 2016.

Wednesday, December 14th

From 10 to 13

– Artists group work coordinated by the curators

From 2 to 5 pm

– Working session organized by the artists (Federica Landi, Emeric Lhuisset, Ana Catarina Pinho) participating in the project Mediterranean Youth Photo, curated by Daniele De Luigi and with the participation of Carine Dolek, co-founder of Circulation(s) Festival. A path of residences for three photographers from Portugal, France and Italy, who worked on the theme of the Mediterranean and on how photography can help to offer new ideas and point of views.

Thursday, December 15th

From 10 to 13

– Working session with the curators part of the program A Natural Oasis project? A transnational Research Project, curated by Alessandro Castiglioni and Simone Frangi. A transnational path in which the participants curators (Chiara Cartuccia, Lenka Dorojevic, Giulia Gregnanin, Sergey Kantsedal, Eremire Krasniqi, Rachel Pafe, Maya Tounta, Valerie Visanich) have been involved in summer schools and study trips and researches, deepening new curatorial approaches in the field of visual, performing arts and cultural studies, starting from the geopolitical peculiarities and the geopolitical complexity of territories such as of San Marino, Montenegro, Kosovo and Malta.

From 2 to 5 pm

– Working session organized by the artists (Ryts Monet, Giulio Saverio Rossi, Neža Knez, Chloé Despax, Ieva Saudargaite Douaihi) participating in the project La Ville Ouverte / Mediterranean Landscapes curated by Giuditta Nelli and Marco Trulli. A program of international residencies between Italy and Slovenia for five artists from Italy, Belgium, Slovenia and Lebanon, who worked on the relationship between collective imagination and landscape and on the importance of public space in the Mediterranean.

Friday, December 16th

From 10 to 13

– Working session organized by the artists (Anthony J. Meadows, Gökçen Dilek Acay, Irene Dionisio, Marta Leite, Ramia Beladel, Sam Laughlin, Teresa Carvalheira, Urge) participating in the Sulcis Hub project, curated by Olga Bachschmidt. A residence in Sardinia, in the old village of Tratalias, in which eight artists selected from the participants to Mediterranea 17 Young Artists Biennale and coming from Portugal, Spain, USA/UK, UK, Italy, Turkey and Morocco had the opportunity to create original artistic productions, accompanied by local artisans.

– Working session organized by the artists (Katerina Duda, Pavel Khailo, Marko Salapura, Katharina Swoboda, Nikolas Ventourakis) participating in the project Motel Trogir ‘The East is west of the West’ curated by Nataša Bodrožić with the LOOSE ASSOCIATIONS/MOTEL TROGIR team (Saša Šimpraga, Lidija Butković Mićin, Ivana Meštrov). A residence/study visit for five artists from Croatia, Ukraine, Serbia, Austria and Greece, who worked on the protection and appreciation of the architectural heritage of the period of socialist Yugoslavia, visiting sites on the Adriatic coast, in the town of Trogir, Split, Krvavica and Brela.

From 15

Presentation of Mediterranea 18 Young Artists Biennale, Tirana and Durres, May 4-9 2017, with the participation of the Artistic Director Driant Zeneli.

Presentation of the call “We support BJCEM“, open to enterprises and foundations interested in supporting our Network in particular toward the next Biennale in Albania

Portfolio Review session open to young artists with the participation of the curators of Mediterranea 18 Young Artists Biennale: Maja Ćirić – Visual Art Curator; Jonida Turani – Applied Arts Curator; Alban Nimani and Rubin Beqo – Music Curator; Ema Andrea – Performance Curator; Maria Rosa Sossai – Literary Creation Curator

Buffet to follow.

(On the) edges of experiences
Mediterranea meetings
è un evento realizzato da BJCEM con il contributo del Comune di Milano

Under the Patronage of:

BJCEM is supported by: