TOY TOY TOY | The Window Laboratoire Residency
29 marzo 2018

Il progetto Mediterranea Youth Photo a Fotografia Europea 2018

Saggio sulla cecità

A cura di Daniele De Luigi

“Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo.

Ciechi che vedono. Ciechi che, pur vedendo, non vedono”

José Saramago

Presentata in anteprima nel 2017 a Tirana, come progetto speciale della 18a Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, la mostra è il risultato di un programma di residenze, Mediterranea Youth Photo, svolte da Federica Landi (Italia), Emeric Lhuisset (Francia) e Ana Catarina Pinho (Portogallo) tra Reggio Emilia, Parigi e Braga al fine di realizzare un progetto comune sul tema del Mediterraneo.

A partire dal romanzo Cecità di José Saramago, metafora di una società contemporanea in cui le persone “pur vedendo, non vedono”, i tre artisti propongono una riflessione corale sul ruolo della fotografia nella comprensione del fenomeno dell’immigrazione e sulla difficoltà di trarre dalle immagini autentica conoscenza e memoria.

In The Death of Tiresias Federica Landi ha lavorato con le donne africane respinte da Goro e Gorino nel 2016, creando dispositivi che ci invitano a riflettere sull’esposizione mediatica e sui limiti del vedere. Emeric Lhuisset con L’autre rive ci mostra la vita quotidiana di rifugiati d’Europa conosciuti anni prima in zone di guerra, realizzate con stampe cianotipiche destinate a svanire come accaduto ad altri amici scomparsi in mare. Ana Caterina Pinho in The middle sea fa affiorare le tensioni nascoste che percorrono le acque del Mediterraneo, e l’intreccio di storie e rotte di migranti di cui ha personalmente raccolto le testimonianze.

Mediterranea Youth Photo è un progetto internazionale di residenza fotografica promosso da Comune di Reggio Emilia e BJCEM – Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo in collaborazione con Circulation(s) – Festival de la Jeune Photographie Européenne di Parigi, Festival Encontros da Imagem di Braga e Fondazione Palazzo Magnani/Fotografia Europea. Iniziativa cofinanziata da Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale e da Anci.

La selezione degli artisti è stata curata da Daniele De Luigi, curatore di Giovane Fotografia Italiana, Ângela Ferreira, già direttrice artistica di Encontros da Imagem (Braga, Portogallo), 
Carine Dolek, curatrice di Circulation(s) (Parigi, Francia).

Fotografia Europa edizione 2018 | RIVOLUZIONI. Ribellioni, cambiamenti, utopie |
opening 20-22 aprile | mostre fino al 17 giugno

Scopri di più sulla mostra e sul Festival Fotografia Europea 2018


Saggio sulla cecità

curated by Daniele De Luigi

“I don’t think we did go blind, I think we are blind,

Blind but seeing. Blind people who can see, but do not see.”

José Saramago 

Departing from the novel Blindness and its metaphor of contemporary society, the exhibition is a three-way reflection on the Mediterranean Sea and on the role that photography can play in understanding the phenomenon of immigration. The artists propose their views about the difficulty of seeing through images in an authentic way, and of holding on to what we see, to turn it into knowledge.

In their works, which originated from encounters with refugees and their stories, faces are avoided, to deny us easy emotional shortcuts, forcing us into the position of rational participation, inducing us to consider how our sight can move us away from the reality of things and people. Seeing is no individual act: it is the result of a relationship. When the relationship is absent, we consume images without really seeing them.

Mediterranea Youth Photo is an international project consisting of artistic residencies; in 2016 Federica Landi (Italy), Emeric Lhuisset (France) and Ana Catarina Pinho (Portugal) carried them out between Reggio Emilia, Paris and Braga in order to realize a common project having the Mediterranean Sea as the main theme. It was foreshown in 2017 in Tirana at the 18th Bienniale of Young Artists from Europe and the Mediterranean.

Fotografia Europea 2018 | Revolutions. Rebellions, changes, utopias
opening April 20-22 | exhibitions until June 17

BJCEM is supported by:

Logo comune di Torino